Statuti ATIMEF

Versione 6/21.01.2011

 

STATUTI dell’ASSOCIAZIONE TICINESE DEI MEDICI DI FAMIGLIA

 

§ 1 Denominazione e sede

1.1 L’Associazione Ticinese dei medici di famiglia e dell’infanzia (ATIMEF) è

un’associazione ai sensi degli art. 60 e segg. CCS.

1.2 L’ATIMEF aderisce alla Associazione dei medici di famiglia Svizzera.

1.3 La sede dell’associazione è presso il domicilio professionale del presidente in carica.

 

§ 2 Scopi e obiettivi

2.1 In generale L’ATIMEF ha come scopo:

a) di promuovere, incoraggiare e tutelare l’adeguata formazione nell’esercizio della professione ed il perfezionamento e l’aggiornamento dei medici di famiglia nel Cantone Ticino;

b) di tutelare gli interessi dei medici di famiglia sul piano professionale, politico ed economico;

c) di collaborare con le associazioni mantello e consorelle attive a livello nazionale, cantonale o regionale per il conseguimento degli scopi comuni;

d) di promuovere l’adesione dei suoi membri alle organizzazioni mantello nazionali.

 

§ 3 Membri

3.1 Membri ordinari

a) Possono aderire come membri ordinari gli specialisti FMH in medicina interna generale, medicina generale, medicina interna e medicina dell’infanzia e dell’adolescenza, i medici che dispongono di un titolo di perfezionamento riconosciuto come equivalente (segnatamente i medici pratici/generici) ed i medici che comunque esercitino prevalentemente la medicina di famiglia.

b) Questa adesione è riservata ai medici che esercitano, a titolo indipendente o dipendente, la medicina di famiglia prevalentemente [ossia per almeno il 50 % della loro attività] nel settore ambulatoriale.

c) Qualora necessario il Comitato decide in via definitiva sui titoli di perfezionamento equivalenti e sull’attività ambulatoriale prevalente.

d) I membri ordinari esercitano senza limitazioni i diritti associativi.

3.2 Membri straordinari

a) Possono aderire come membri straordinari i medici che stanno svolgendo il perfezionamento per l’ottenimento del titolo FMH in una delle discipline della medicina di famiglia.

b) Possono pure aderire come membri straordinari i medici simpatizzanti che, senza adempiere le condizioni dell’art. 3.1, si interessano della medicina di famiglia.

c) I membri straordinari ricevono tutte le comunicazioni sociali. Essi partecipano alle assemblee con voto solo consultivo e non sono eleggibili.

3.3 Membri onorari

a) I membri, ordinari o straordinari, come pure le persone che si sono particolarmente distinte nel campo della medicina di famiglia possono essere nominati membri onorari dalla assemblea generale.

b) I membri onorari ricevono tutte le comunicazioni sociali. Essi possono partecipare alle assemblee senza diritto di voto e non sono eleggibili.

3.4 Domanda di adesione

La domanda scritta di adesione è da presentare al Comitato.

 

§ 4 Perdita della qualità di membro

La qualità di membro decade:

a) con la presentazione delle dimissioni scritte al Comitato, con effetti dall’esercizio sociale successivo;

b) qualora le condizioni di adesione come da §3.1 e §3.2 non fossero più adempiute;

c) per espulsione decisa dall’assemblea generale, per motivi d’indegnità professionale o di inadempienza degli obblighi statutari.

 

§ 5 Mezzi, conti ed esercizio sociale

5.1 I mezzi dell’associazione provengono:

a) dalla quota sociale annuale;

b) da donazioni, legati o sovvenzioni.

5.2 Il conto annuale, composto dal conto economico e dal bilancio, viene allestito dal Comitato.

L’esercizio sociale corrisponde all’anno civile.

5.3 Ogni responsabilità personale dei soci per i debiti sociali è esclusa.

 

§ 6 Organi della società

Gli organi della società sono:

a) l’assemblea generale (§ 7)

b) il Comitato (§ 8)

 

§ 7 L’assemblea generale

7.1 L’assemblea generale è l’organo superiore dell’ATIMEF.

7.2 L’assemblea generale è anche un’occasione di incontro, di discussione e d’informazione di tutti i membri.

7.3 L’assemblea generale ordinaria ha luogo una volta all’anno.

Assemblee generali straordinarie sono convocate secondo necessità come pure su richiesta scritta di almeno 1/5 dei membri ordinari con l’indicazione degli oggetti.

7.4 Le assemblee sono convocate con un preavviso (per lettera, fax oppure e-mail) di almeno 15 giorni, contenente gli oggetti da trattare.

7.5 L’assemblea generale può validamente deliberare solo sugli oggetti menzionati nella convocazione.

7.6 Le competenze dell’assemblea sono:

a) l’approvazione e la modifica dello statuto;

b) l’elezione del presidente, dei membri del Comitato e dei revisori dei conti.

La composizione del Comitato dovrà assicurare una congrua rappresentanza delle singole categorie dei medici di famiglia;

c) l’approvazione del rapporto e del conto annuali;

d) la fissazione della quota sociale;

e) la nomina dei membri onorari;

f)  l’espulsione dei soci.

7.7 L’assemblea generale può validamente deliberare indipendentemente dal numero dei membri presenti.

7.8 Ove non altrimenti disposto dallo statuto, l’assemblea generale prende le sue decisioni e fa le nomine con la maggioranza relativa dei presenti aventi diritto di voto.

Il presidente non ha voto preponderante.

7.9 La maggioranza dei 2/3 dei presenti avente diritto di voto è necessaria per:

a) la modifica dello statuto;

b) lo scioglimento dell’associazione;

c) l’espulsione dei membri.

7.10 Votazioni ed elezioni avvengono per voto aperto, tranne nel caso in cui 1/5 degli aventi diritto di voto domandi lo scrutinio segreto.

 

§ 8 Il Comitato

8.1 Il Comitato è composto da 5 a 9 membri, compreso il presidente e nella sua composizione dovrà assicurare una congrua rappresentanza delle singole specialità dei medici.

8.2 Il Comitato si costituisce da sé, designando un vice-presidente, un segretario e un cassiere.

8.3 L’ATIMEF è vincolato dalla firma individuale del presidente e dalla firma collettiva a due di vice-presidente, segretario o cassiere.

8.4 Il Comitato resta in carica per un periodo di 2 anni.

In caso di nomine sostitutive, il membro completa il periodo di nomina del predecessore.

I membri del Comitato sono rieleggibili, di regola non oltre 5 periodi consecutivi.

8.5 Il Comitato può validamente deliberare in presenza della maggioranza dei suoi membri.

Esso delibera con la maggioranza relativa dei voti dei presenti. In caso di parità, il presidente ha voto preponderante.

8.6 Il Comitato:

a) cura gli interessi dell’ATIMEF, in base allo statuto e agli obiettivi a breve, media o lunga scadenza fissati dal Comitato stesso o dall’assemblea;

b) rappresenta l’ATIMEF secondo le facoltà concesse dallo statuto;

c) cura i rapporti con le altre organizzazioni, con i partners sociali e con le autorità pubbliche;

d) promuove l’informazione ai suoi membri e al pubblico;

e) designa i rappresentanti e i delegati dell’ATIMEF nelle organizzazioni alle quali essa è affiliata;

f) decide e mette in atto l’eventuale iscrizione dell’ATIMEF nel registro di commercio;

g) esercita tutte le competenze che lo statuto o decisioni puntuali dell’assemblea non delegano ad altri organi.

 

§ 9 Entrata in vigore

Questo statuto, approvato dall’assemblea generale straordinaria della Società Ticinese di medicina generale del 23 marzo 2010, entra immediatamente in vigore e sostituisce lo statuto datato 9 dicembre 1999.

 

 

 

Il presidente: Dr. med Alberto Chiesa

 

Il segretario: Dr. med Alberto Molto

ATIMEF

Associazione Ticinese

Medici di Famiglia

Via Cantonale 11, 6900 Lugano